Potatura Rose, Corso al Museo

Rosa Banksiae luteaRosa Banksiae lutea

Le rose parlano

“Ciao gambelunghe, lo senti è li che arriva”

“Si lo sento, i suoi segnali chimici sono chiari. Arriva sempre in questo periodo, fa freddo, non capisco, pensi che anche quest'anno ti tagli?”

“Non lo so, ma tutti gli anni lo fa. Non capisce che per tutta l'estate io faccio un grande lavoro per farmi i rami che fioriranno l'anno prossimo e lui viene qui e li taglia. Farò meno fiori, ma se continua così mi ridurrò come la rossa.”

“Ciao rossa, come va? Lo senti anche tu?”

“Si lo sento, arriva. Ma così morirò. Ormai mi ha ridotto come un piccolo scheletro. Mi taglia tutti i rami e io tutti gli anni cerco di rifarli. Faccio una fatica immane, e lui taglia e ormai non ce la faccio più.”

“Ciao gialla e tu come sei messa?”

“Mi taglia poco, non ci arriva, ho la fortuna che ai miei piedi è nata una pianta che gli piace, non vuole pestarla, oltretutto lei mi difende dal caldo e dal freddo, poi mi fa compagnia, parliamo, ci capiamo. E' bassa, ma conquista il terreno e non fa nascere nessuno vicino a lei. Con me sta bene, occupa poco terreno e l'altro lo uso io. Mi ha detto che ha provato a mandare i suoi figli da voi ma lui usa la zappa e li uccide. E' proprio matto.”

“Io ho la fortuna di avere le gambe lunghe e di aver trovato un compagno che mi ospita. Sono arrivata in alto, fino alla cima del mio albero e adesso faccio cadere i miei rami fioriti. Così riesco a fare molti semi e i miei figli sono veramente tanti. Andranno in giro per il mondo e saranno diversi da me, spero più belli.”

“Sei fortunata, ti lascia stare e tu hai tutto il tempo e l'energia per crescere e fiorire. Devo dire che sei la più bella fra di noi, un po ti invidio. Spero che arrivi il momento in cui lui capirà che noi abbiamo il nostro ritmo, la nostra natura, la nostra anima e il nostro modo di crescere. Capirà che non deve controllare tutto, che le sue idee non sempre sono giuste, che noi facciamo parte del suo mondo e che non abbiamo bisogno del suo intervento.”

“Ben detto, hai avuto coraggio a dirlo, capisco che siamo tutte d'accordo. Peccato che lui non senta, non ha gli strumenti, è ancora troppo giovane e inesperto. Forse un giorno capirà la nostra lingua, lo spero proprio.”

“Comunque siamo forti, vitali e siamo in grado di vivere e di riprodurci a dispetto dei suoi maldestri interventi. Coraggio ragazze, continuate a fiorire.”

 


DOMENICA 28 FEBBRAIO 2016

PROGRAMMA DEL CORSO

09:30     Arrivo dei partecipanti, registrazione e piccola colazione
10:00     Corso teorico sulle tecniche di potatura
11:30     Mettiamo in pratica: analizzare la rosa, scegliere gli strumenti, operare
13:00     Pranzo presso una struttura della zona
14:30     Parliamo di potatura: domande e risposte
16:30     Coffee Break
17:00     Conclusioni e saluti

Il Museo mette a disposizione cesoie e guanti.

Il costo della giornata è di 49,00 € a persona, tutto incluso.

Per iscriversi, compilare il form:

Dati non validi, per favore inserisci correttamente il tuo nome e cognome, grazie.

Input non valido. Per favore inserisci un indirizzo email valido. Grazie.

Input non valido